giovedì 31 agosto 2017

RAINDOGS HOUSE // 09 SETTEMBRE // SIMONETTI’S GOBLIN + SDANG! W/ COLIN EDWIN (PORCUPINE TREE) + FABIO CUOMO

CHILDREN OF THE BEACH FESTIVAL
Goblin – Claudio Simonetti’s / Sdang! plus Colin Edwin from Porcupine Tree / Fabio Cuomo
Sabato 9 settembre dalle ore 20:30 Piazza della Vittoria, Spotorno
INGRESSO GRATUITO



Il Comune di Spotorno & l’ Associazione Raindogs House/Officine Solimano
presentano, In contemporanea a Savona Vinile, la manifestazione Savonese, che per l’ occasione si sposta in Riviera…questa volta ospite del Comune di Spotorno per una festa di musica e collezionismo! Savona-Vinile – On The Beach

Goblin – Claudio Simonetti’s...

Dopo una lunga e fortunata carriera, Claudio Simonetti torna calcare i palchi con la sua band, riproponendo i maggiori successi dalle colonne sonore scritte per i maestri dell’horror come Dario Argento e George Romero e dalle pietre miliari del rock progressivo come Roller e Il Fantastico Viaggio del Bagarozzo Mark . Sold Out a Belfast, Oslo, all’ Union Chapel e all’ Electric Ballroom di Londra, al Gorilla di Manchester, a Milano, al Musklerock Festival (Svezia), un vero e proprio trionfo al Roadburn Festival (Olanda)con il personale invit o di Mikael Åkerfeldt degli
Opeth… questi sono solo pochi dei successi dei Claudio Simonetti’s Goblin dal 2014 in tour in tutto il mondo con i temi che li hanno resi celebri e le sonorizzazioni dal vivo dei film di culto che, anche grazie a loro, sono rimasti vivi nell’immaginario comune.

Sdang! plus Colin Edwin from ( Porcupine Tree )
Per l’ occasione il duo si trasforma in trio con un ospite eccezionale: Mr. Colin Edwin dei Porcupine Tree al basso!
Echi di post rock, shoegaze, grunge, metal, stoner e progressive: questo è Sdang! Sono vibrazioni smosse dalla musica che li accompagna durante concerti e i viaggi in tutta Italia
e all’estero. Non è una questione di genere, di etichetta, di moda, di stile, di tecnicismo. E’ questione di sensazioni,
di sentimenti, di emozioni. Sdang! vuole raccontare storie ma senza parlare e cantare. Il giorno delle altalene è il primo ep (aprile 2015) – Autoprodotto La malinconia delle fate è il primo lp (primavera 2016) Corpoduzione tra:
Dreamingorilla Rec – Taxi Driver Record Store – Toten Schwan Records – La Fornace Dischi – Acid Cosmonaut Records

Fabio Cuomo...

Fabio Cuomo è senz’altro uno dei maggiori talenti che Genova ha partorito in questi anni… polistrumentista eccezionale ha donato la sua musicalità a diversi progetti di gran interesse. Il suo progetto solista lo vede alle prese con un mondo onirico in costante equilibrio fra ambient, psichedelia, classica, progressive, kraut rock e post rock. Un viaggio tra synth, piano, droni e sperimentalismi in atmosfere da cui lasciarsi trasportare lontano in una fusione armonizzante di suoni in equilibrio!









mercoledì 30 agosto 2017

E' arrivato il nuovo, imperdibile numero di MAT2020


Strepitoso numero estivo di MAT2020: la musica e le passioni non conoscono sosta!

Ecco a voi i contenuti…

Partiamo dalle recensioni dei nuovi album, che sono tante.
Valentino Butti commenta il rilascio sorprendente della David Cross Band e il nuovo episodio della multinazionale The Samurai Of Prog.
Grande lavoro di Alberto Sgarlato che, oltre alla consueta rubrica - dedicata questa volta ad Anthony Phillips -, propone il nuovo Phoenix Again e il quattordicesimo disco degli Airportman.
Riappare dopo molto tempo Donald McHeyre e ci racconta del ritorno dei Greenwall, mentre Evandro Piantelli ci parla dei Magia Nera.
Non ci ha dimenticato Marco Pessina, che si occupa dell’ultimo lavoro degli Universal Totem Orchestra, mentre Antonello Giovannelli illustra un progetto ambizioso, quello dei Magni Animi Viri.
Sono due le new entry tra i collaboratori: partiamo da Agostino Rebaudengo che descrive il lavoro di Deca, mentre Franco Sguerso recupera un antico album di Juri Camisasca.
Athos Enrile mette in evidenza il nuovo “Roger Waters”, e il secondo disco dei Panther  & C.
Anche Gianni Sapia dice la sua commentando i Witche's Brew e Andrea Zappaterra si tuffa sui Machina Coeli.
Nel suo angolo metal Maurizio Mazzarella propone i Parris Hyde.
Dopo piccola sosta ritroviamo Riccardo Storti, che nell’occasione si occupa di un album del 2012 del The Prog Collective (Billy Sherwood).
Non manca qualche evento importante, come quello descritto da Antonio Pellegrini che a fine maggio si trovava ala Royal Albert Hall per  il concerto di Eric Clapton, e la fantastica recente performance di Ennio Moricone, evento toscano a cui ha assistito Edmondo Romano.
Nel suo reportage fotografico Stefano Pietrucci propone il concerto romano dei Depeche Mode mentre Alice Bellati e Mario Eugenio Cominotti ci fanno vivere il The Progressive Show di fine giugno.
Ma non è finita: il frontman dei The Mugshots, Mickey E.Vil, ha realizzato due incredibili interviste, con Arthur Brown e Jon Anderson.
Significativa la descrizione di Athos Enrile della giornata passata a Zoagli, in occasione della Cittadinanza ad Honorem post mortem a Greg Lake.
Importantissima per gli amanti del prog la notizia dell’imminente uscita dei un nuovo album degli Acqua Fragile.
Per quanto riguarda i ritratti, Franco Vassia propone quello di Giacomo Lariccia, mentre Andrea Pintelli ha intervistato gli Electric Swan.
E veniamo alle rubriche: Carlo Bisio mischia la musica agli aspetti della sicurezza, mentre Paolo Siani regale le solite pillole di saggezza tecnica.
Felice chiusura di rubriche con il granitico Mauro Selis, che ci parla del prog del Sud Africa, sconfinando poi negli aspetti psicologico musicali, come da sua abitudine.
Molti degli album trattati sono di produzione Black Widows Records ed è un piacere leggere il pensiero di Massimo Gasperini, intervistato da Athos Enrile.

Un duro lavoro di squadra che regala sempre soddisfazioni… e speriamo che il nostro entusiasmo sia percepito anche dai lettori!



CONDIVIDETE IL VERBO!!!

martedì 29 agosto 2017

INHEAVEN (spin-go!) - Il 1° settembre esce l'omonimo debut album della band londinese. Annunciate le date del tour


INHEAVEN

Esce il primo settembre l'omonimo debut album
anticipato dal singolo "Voltures"

Annunciate anche le date del tour

Freschi del set al The Great Escape, definiti dal The Guardian: “Inheaven leave Brighton's new music shindig shaking”, gli INHEAVEN registrano un numero sempre più crescente di fan che sembra essere destinato a espandersi con la pubblicazione del loro album di debutto, previsto per il primo settembre. La band ha inoltre lanciato il video di ‘Vultures’ con riprese live che testimoniano la carica adrenalinica delle loro esibizioni.
Prodotto da Tom Dalgety (Royal Blood, Pixies, The Maccabees) e registrato ai Rockfield Studios, il debutto degli INHEAVEN sconvolgerà le vite degli adolescenti di un'intera nazione e non solo.
La musica energica e piena di vita si combina con l'ethos individualistico forgiando un gruppo che merita sicuramente un ascolto approfondito, distaccandosi dalla semplice aggiunta di qualche traccia alle vostre playlist su Spotify.
L'album parte con ‘Baby’s Alright’ con un basso dominante che rievoca l’esplosivo sound di band del calibro di The Ramones e The Damned e si mescola a una melodia viscerale per una trascinante chiamata alle armi. Sebbene gli INHEAVEN siano maggiormente conosciuti per le loro surreali stratificazioni vocali stese su un letto di chitarre distorte - presenti in tracce come ‘Regeneration’ - che richiamano gli Slowdive e i My Blood Valentine, ‘Vultures’ è una creatura totalmente diversa. Il riff iniziale - metallico e dalle sonorità doom – esplode per poi placarsi sulla pacifica voce di Chloe Little e irrompere nuovamente nella feroce scarica punk n’ roll di James Taylor.



L'album è disponibile in pre-order a questo link: http://smarturl.it/INHEAVENalbum

TRACKLIST
1. Baby's Alright
2. Treats
3. Stupid Things
4. Vultures
5. All There Is
6. World On Fire
7. Drift
8. Do You Dream?
9. Real Love
10. Bitter Town
11. Regeneration
12. Velvet

Gli INHEAVEN nascono a Londra dall'incontro di James Taylor (voce, chitarra) e Chloe Little (basso) e dal loro amore condiviso per le band che hanno ispirato i giovani a vedere il mondo da una diversa angolazione. Il duo ha così deciso di intraprendere un progetto audio-visivo insieme a Jake Lucas (chitarra) e Joe Lazarus (batteria). Per mettere alla prova la loro compatibilità artistica, Little ha realizzato un video di 30 secondi composto da immagini e ha chiesto a Taylor di scriverci sopra della musica. 
Di lì a poco e molto velocemente, il gruppo ha subito lanciato il progetto nel loro modo unico e inconfondibile. Infatti, dopo aver realizzato un sito misterioso con video nascosti, creato delle fanzine e ideato l’artwork, hanno inviato le loro canzoni a diversi blog sparsi in tutto il mondo. Le cose hanno iniziato a smuoversi con la pubblicazione del loro primo singolo ufficiale ‘Regeneration’, uscito per l'etichetta di Julian Casablancas, la Cult Records.
L'ascesa ha continuato grazie anche agli show insieme a Circa Waves, Jamie T e Blossoms, e al supporto radiofonico di Annie Mac, Huw Stephens, Steve Lamacq, Chris Hawkins, Chris Martin e John Kennedy.
Dopo aver già confermato la propria presenza a diversi festival estivi che includono l'NME / BBC Radio 1 Stage sia al Reading che al Leeds Festival, gli INHEAVEN annunciano alcuni dettagli sul loro tour autunnale da headliner.

Le date annunciate sono:
30 settembre – Newcastle – Think Tank
1 ottobre – Glasgow – King Tut’s Wah Wah Hut

2 ottobre – Leeds – Brudenell Social Club
4 ottobre – Sheffield – Plug
5 ottobre – Stoke-On-Trent – The Sugarmill
6 ottobre – Liverpool – Buyers Club
7 ottobre – Manchester – Neighbourhood Festival
9 ottobre – Birmingham – Mama Roux’s
10 ottobre – Leicester – The Cookie
11 ottobre – Bristol – The Fleece
13 ottobre – Nottingham – Bodega Social Club
14 ottobre – Cardiff – Clwb Ifor Bach
15 ottobre – Oxford – Bullingdon
17 ottobre – London – Scala
18 ottobre – Brighton – The Haunt
19 ottobre – Southampton – Joiners Arms

I biglietti per gli show sono disponibili a questo link: http://inheaven.co/

Link utili:
Astarte Agency per conto di Spin - Go!   
camilla@astarteagency.it
 - 339 3015437
www.astarteagency.it

lunedì 28 agosto 2017

Presentazione del nuovo album “For You” di Alberto Luppi Musso: Varigotti (SV), 2 settembre


Varigotti Insieme propone un Concerto di pianoforte il 2 Settembre 2017 a Varigotti (Piazzetta Libeccio)


Presentazione del nuovo album “For You” di Alberto Luppi Musso
Ospite della serata Roberta Monterosso

Nella magnifica cornice di piazzetta Libeccio, a Varigotti, sabato 2 Settembre alle 21, verranno presentati in prima assoluta i brani del nuovo album  “For You” di Alberto Luppi Musso, molto amato dal pubblico per le sue performance live.

Il quarto lavoro del compositore genovese è stato registrato presso La Piccola Accademia di Genova con la collaborazione di Gennaro De Filippis. Dieci brani dalle sonorità prog, classiche, jazz con influenze elettroniche. Due anni di lavoro, con grandi nomi della musica tra cui Dino D’Autorio, Paolo Ballardini, Gianfranco De Franco, Salvatore Candela e Davide Marrari.

Il programma prevede anche musiche tratte dai suoi precedenti album e brani che hanno ispirato il compositore per la sua opera, alcuni dei quali saranno interpretati dal giovane talento Roberta Monterosso (che ha partecipato alla registrazione di “For You”).

L’album è patrocinato dal Museo De Andrè “viadelcampo29rosso”, la casa dei cantautori genovesi.


Programma musicale:

Concerto per Giovanna - Alberto Luppi Musso
For you  -  Alberto Luppi Musso
Alchimie - Alberto Luppi Musso, con Roberta Monterosso
Ricordi muti - Alberto Luppi Musso
Inverno Porteño - Astor Piazzolla
La tua presenza - Alberto Luppi Musso
Inverno - Fabrizio De Andrè , con Roberta Monterosso
Talking about peace - Alberto Luppi Musso, con Roberta Monterosso
Contagioso è l’amore -  Alberto Luppi Musso
Io sono Francesco - Alberto Luppi Musso, con Roberta Monterosso
Giovanna - Alberto Luppi Musso
Mi sono innamorato di te - Luigi Tenco, con Roberta Monterosso
Libertango - Astor Piazzolla, con Roberta Monterosso
Paolo e Flavia - Alberto Luppi Musso
Love in the waves - Alberto Luppi Musso
Suol of sand - Alberto Luppi Musso, con Roberta Monterosso
Window - Alberto Luppi Musso
Ventungrammi -Alberto Luppi Musso
Il mio mondo - Umberto Bindi,  con Roberta Monterosso


Concerto Matthew Parmenter (Discipline) a Roma


Hello,
unica data italiana del leader dei Discipline Matthew Parmenter.
Un concerto "intimo", un artista definito una "via di mezzo" tra Peter Hammil e Peter Gabriel.

Roma 31 agosto - Auditorium Lo Sciamano
Per palati fini... non perdetevelo
Wazza

OPEN MAGAZINE & LO SCIAMANO MUSIC SCHOOL presentano

MATTHEW PARMENTER (from DISCIPLINE) IN CONCERTO

ROMA 31.08.17 – Auditorium Lo Sciamano Music School
Via Costantino Morin, 30 (Metro Ottaviano)
Il leader della storica prog band americana DISCIPLINE per la prima volta in Italia
in un eccezionale concerto “solo”
SOLO 70 POSTI NUMERATI DISPONIBILI
Acquista il biglietto
Programma
Ore 19 : apertura porte
Ore 19.15 / 20.30 : aperitivo (compreso nel biglietto)
Ore 21 : inizio concerto
Ore 22.30 : fine concerto
Il concerto di Matthew Parmenter a Roma vuole essere il coronamento di un rapporto che va ormai avanti da tanti anni e che ci ha spinto a rimboccarci le maniche e a cogliere al volo l’occasione che si è presentata (i Discipline saranno in concerto il 2 settembre al Festival di Veruno), cercando di mettere tutti quanti nelle condizioni migliori per vivere una serata indimenticabile. Per questo abbiamo deciso di collaborare con una nuova e valida scuola di musica che è nata da pochi anni nel quartiere Prati, in modo da poter organizzare un evento incentrato al 100% sulla fruizione artistica ma anche e soprattutto umana e relazionale tra i partecipanti e tra partecipanti e artista.
BIOGRAFIA
Dire Matthew Parmenter significa dire Discipline. E dire Discipline significa dire UNFOLDED LIKE STAIRCASE: quando nel 1997 il gruppo americano pubblicò il suo secondo album, il mondo si fermò sorpreso in contemplazione del capolavoro. Era difficile infatti presagire che la formazione che aveva pubblicato tre anni prima il pur dignitoso PUSH & PROFIT potesse raggiungere vette espressive così elevate. Al centro della scena c’era lui, Matthew Parmenter: cantate, tastierista, sassofonista, violinista e leader indiscusso della band. Incredibilmente, i Discipline si fermarono poco dopo, inspiegabilmente incagliati dopo aver prodotto una spinta espressiva di tale portata.
Rimase così il solo Parmenter a portare avanti il discorso artistico, seppure con tempi molto dilatati e con rare performance dal vivo. Matthew, seguendo la migliore lezione del suo mentore Peter Hammill, ha realizzato nel 2004 e nel 2008 due album solisti – ASTRAY e HORROR EXPRESS – in completa solitudine, in cui ha suonato anche il violoncello, la marimba, il theremin e la batteria, oltre ad occuparsi della produzione e del mix. La storia però non finisce qui. Proprio nel 2008 arriva la grande sorpresa: i Discipline si riuniscono per suonare al prestigioso Nearfest. Poi ecco l’idea di tornare insieme anche in studio. Nel 2011, a ben quattordici anni di distanza da UNFOLDED LIKE STAIRCASE, esce l’ottimo TO SHATTER ALL ACCORD.
Nonostante i Discipline siano tornati in attività, Parmenter nel 2016 ha trovato comunque il tempo di pubblicare il suo terzo lavoro solista, ALL OUR YESTERDAYS. Come di consueto si è occupato di tutti gli strumenti, facendosi aiutare solo per alcune parti di batteria dal compagno dei Discipline, Paul Dzendzel, mentre per il missaggio si è affidato a Terry Brown, noto per la sua lunga collaborazione con i Rush.
Immagini di repertorio…

domenica 27 agosto 2017

ALTERIA-Rilasciato il video di “PECCATO”


ALTERIA

Fuori il video di “PECCATO”,
primo estratto dal nuovo album
LA VERTIGINE PRIMA DI SALTARE
in uscita a ottobre


ALTERIA torna, dopo il successo di ENCORE, con il nuovo singolo Peccato”, che anticipa il suo secondo album di inediti LA VERTIGINE PRIMA DI SALTARE, previsto per ottobre 2017 e cantato per la prima volta in italiano.

“Peccato” è una canzone che parla di presa di coscienza e attesta senza mezzi termini la necessità di accettare i propri difetti, gli errori commessi, le strade percorse e riconoscere a tutto ciò la grande importanza che gli spetta, ossia l'instradarci verso ciò che siamo e verso ciò che diventeremo, imparando ad amarci e ad apprezzarci in tutta la nostra umana fragilità.

ALTERIA ci porta a riflettere su noi stessi e lo fa con un brano dalle tinte agrodolci in cui il rock si mescola al cantautorato e risplende in tutta la sua potenza emotiva che raccoglie le ansie e le preoccupazioni che ci accomunano. Perché in fondo siamo tutti imperfetti, ma “chi è senza peccato, se ne prenda uno dei miei”.

Il singolo, disponibile in tutti gli store digitali dal 27 aprile e in preorder dal 20 aprile solo su iTunes, anticipa l'uscita dell'album LA VERTIGINE PRIMA DI SALTARE, per il quale l'artista ha scelto per la prima volta di utilizzare l'italiano mettendo al primo posto le parole e le melodie delle canzoni, supportate da un sound che non ha paura di essere forte ed arrabbiato, ma molto spesso anche dolce, dilatato e a tratti etereo.

BIO
ALTERIA, Stefania Bianchi all'anagrafe, è da tempo riconosciuta come una delle voci rock e front woman più apprezzate del panorama musicale italiano. Nel 2013 affronta la prova solista accompagnata da alcuni dei musicisti che in questi anni hanno lavorato e suonato in tour con lei dal 2007 a oggi in più di 250 concerti. Esce infatti il 3 dicembre ENCORE (2013, AlterHead – distribuzione Master Music), album che segna il debutto solista di una delle voci femminili più potenti del panorama rock italiano. Segue un tour di più di 100 concerti tra club e festival di tutta Italia. Nota per la conduzione di programmi musicali (su Rock TV, su RAI4 e RAI5), come speaker attualmente sul nuovo network di RTL102.5 “RadioFreccia”, deejay su tutto il territorio nazionale e per la collaborazione in pianta stabile al progetto “Rezophonic” (per il quale ha registrato anche un brano in duetto con L’Aura nell’ultimo disco “Rezophonic II”) insieme ad altri famosi artisti italiani. Stefania è inoltre l'ex leader dei NoMoreSpeech, con cui nel 2012 pubblica l’omonimo album distribuito da SELF e con cui parte per il tour italiano aprendo durante l’Heineken Jammin’ Festival i concerti di Aerosmith (2010) e Red Hot Chili Peppers (2012). Per ottobre 2017 è prevista l’uscita del nuovo album solista LA VERTIGINE PRIMA DI SALTARE, questa volta interamente in italiano e caratterizzato da un sound ricco di sfumature, dal rock all’elettronica, mantenendo la sua personalità in un percorso di evoluzione musicale ben definito e di maturazione artistica.

Website: www.alteria.it

Ufficio Stampa: AstarteAgency | Camilla camilla@astarteagency.it
Booking: Bagana Booking | Alessandro ale.regis@baganarock.com
Social: Exploding Bands | Nicolò nico@explodingbands.it



sabato 26 agosto 2017

Il Cerchio D'Oro: 29 agosto- presentazione savonese del nuovo album "Il Fuoco Sotto la cenere"


Martedì 29 agosto dalle ore 21:30

C.so Vittorio Veneto 73r, 17100 Savona

Incontro con Il Cerchio d'Oro in occasione dell'uscita del nuovo album "Il Fuoco Sotto la cenere".
Athos Enrile, Mauro Selis ed Alberto Sgarlato condurranno la presentazione proponendo materiale audio e video. 

Vi Aspettiamo!!!



Video ufficiale: "Il fuoco sotto la cenere"




venerdì 25 agosto 2017

Filippo Marcheggiani musica e arte... di Wazza


Hello,
circa un anno fa usciva "Oggi mi voglio bene" il secondo album degli Effemme di Filippo Marcheggiani, ex giovane chitarra del Banco (non ex chitarra, ma ex giovane!).
Infatti questo album è la maturazione artistica di Filippo Marcheggiani, allievo di Rodolfo Maltese, da più di 20 anni chitarra del BMS.
Musica e testi attuali, non è "progressive", ma sano rock d'autore.
Molti forse non sanno che oltre al disco l'altra chicca è la copertina disegnata dall'illustratore fumettista e blogger Mauro Biani, collaboratore di molte testate ("Il Manifesto", L'Espresso....) spesso censurato dai suoi bersagli preferiti: chiesa cattolica, politici italiani, lo Stato.
Quindi questo disco unisce arte e musica. Ho visto che Filippo ha 2590 "amici" su facebook… Se tutti questi "amici" comprassero il suo disco, andrebbe in classifica.
Se non l'avete preso ve lo consiglio .
Lo potete trovare in vendita il 25 e 26 ad Albano Laziale (Miralago), il 27 a Grotte Pertosa (Concerto del Banco), il 1-2-3 settembre al Festival di Veruno.
Wazza

Descrizione

Oggi mi voglio bene è il nuovo disco degli EFFEMME, pubblicato dalla Lostutunes Records, in uscita nei negozi e digital store il 7 ottobre 2016. 
È un concept album che ruota attorno al malessere esistenziale provocato dalla società consumistica che divora e aliena l
uomo giorno dopo giorno. 
Si apre con
Selfie, una strumentale scura accompagnata dal monologo che ha reso popolare Fight Club, il film del 1999 diretto da David Fincher. La traccia trova la sua rappresentazione grafica nella copertina del disco, disegnata dal fumettista del quotidiano Il Manifesto, Mauro Biani. È luomo senza volto (come il protagonista del film, il cui vero nome non è mai pronunciato) che, dopo anni di battaglie contro la società effimera, capisce che in realtà lunico vero nemico da combattere è proprio se stesso. 
Buonanotte
è il primo brano del disco, oltre che primo singolo estratto. Scritto a quattro mani con Francesco di Giacomo (cantante del Banco del Mutuo Soccorso), è un brano energico dalle incalzanti sonorità rock che racconta il dualismo di un artista intrappolato nei cliché propri dellessere sociale. 
Segue Solo cenere, un brano intenso che stupisce aprendosi con il suono grave di un pianoforte, per poi esplodere con un muro di chitarre su cui rimbalza lurlo a pieni polmoni Brucia Roma!.
Classico è invece il rock di Vi faccio parlare, uninvettiva contro lipocrisia e il vuoto mentale che ci circondano e di fronte alle quali ci sentiamo spesso impotenti. 
Si smorzano i toni con
Dallaltra parte e 7 luglio, i brani di rottura di Oggi mi voglio bene che, pur mantenendo il filo logico del concept album, risuonano come una ventata di fresca speranza, caratterizzandosi per il sound meno cupo rispetto alle tracce precedenti. Aprono infatti la strada alla ballad Marla, un condensato di romanticismo moderno in chiave blues. 
La digressione sulla speranza viene presto interrotta dal ritorno del disagio interiore espresso con il rock duro di
Insomnia, in cui le ore sono stanze vuote colme solo di dolore. Poi torna lamore, stavolta in chiave negativa, con Eden che si conclude con unaltra citazione da Fight Club: Congratulazioni, ora hai fatto un passo verso il fondo. 
In cammino
chiude con una delicatezza quasi inaspettata il disco Oggi mi voglio bene. È la conclusione perfetta, che arriva in punta di piedi, di un percorso musicale in dieci tappe che lascia trasparire un velo di speranza, una luce in fondo al tunnel del malessere che attanaglia luomo senza volto. Che sia la musica la sua via duscita?

Credits


Filippo Marcheggiani, voce e chitarra
Francesco Conte, chitarra
Dario Esposito, batteria
Andrea Samonà, basso