martedì 31 gennaio 2017

RAINDOGS HOUSE // PROGRAMMA 30 GENNAIO - 5 FEBBRAIO // REGGADDICTED MOVEMENT // GLI AVVOLTOI + LE CAROGNE + MGZ DJ SET


PROGRAMMA 30 GENNAIO - 05 FEBBRAIO
REGGADDICTED MOVEMENT // GLI AVVOLTOI + LE CAROGNE + MGZ DJ SET


Venerdì 3 febbraio ore 22:00
ReggAddicted MVMT
ingresso gratuito con tessera arci



Nati nell’inverno 2010 dall’unione di Count JoJo (ex The Persuaders) con Mr. Benni e Dr. Baffo AKA El Profe (ex Positive Vibration Sound), e attualmente con l’aggiunta di Tommy HiFi alla consolle e Fabyreggae MC (outta Snauzer Sound) ReggAddicted MVMT vuole proporsi come un gruppo di djs pronti a far danzare la massive grazie ad una selezione accurata di real reggae music, a partire dal miglior Roots Reggae, per arrivare al più moderno New Roots, senza tralasciare la Dancehall più hot e quel Dub capace di rapirti con i suoi potenti giri di basso!



Sabato 4 febbraio ore 22:00
GLI AVVOLTOI + Le Carogne + MGZ Dj Set
ingresso 8e con tessera arci





Gli Avvoltoi capitanati da Moreno Spirogi, la cult band beat/rock nata negli anni ottanta a Bologna, ha recentemente pubblicato un nuovo progetto discografico, ”Confessioni Di Un Povero Imbecille “, una storia di rock e d’amore, di speranze infrante e realizzate. Quando si parla di Avvoltoi risulta difficile l’accostamento ad un genere musicale preciso, sicuramente con questo lavoro lo sarà ancor di più. Sonorità Hammond, una compatta base ritmica, una chitarra speciale e una inconfondibile voce, questi sono gli ingredienti di un disco che vi stupirà ancora una volta! In apertura il Garage-Punk & Other Noisy R’n’R de Le Carogne da Imperia che presenteranno i brani del nuovo disco ”Triodo “! Dopo i concerti si danza con il buru’n’roll di MGZ Dj e le ultime hit dal coloratissimo pianeta Burulandia! Che notte! Che festa! Evviva Evviva Evviva!!!” 




LE ORME - DAL BEAT PSICHEDELICO AL ROCK PROGRESSIVO (1966 - 1982)


LE ORME - DAL BEAT PSICHEDELICO AL ROCK PROGRESSIVO (1966 - 1982)

Il libro è uscito il 25 gennaio 2017

                                                                 Sinossi:

"LE ORME - dal beat psichedelico al rock progressivo (1966-1982)" - è un volume in grande formato (30 x 21 cm) e a colori che ripercorre (grazie a fotografie, documenti, lettere private, ritagli di stampa, manifesti, spartiti, cartoline autografate e materiale pubblicitario) la storia del gruppo veneziano delle Orme. Dalla nascita in pieno fermento del beat italiano, alla svolta psichedelica, dal periodo del rock progressivo all'innesto della musica classica, fino agli anni 80 e alla svolta elettro-pop. Questo libro ripercorrerà minuziosamente in ordine cronologico questa straordinaria storia (fra incisioni, festival pop, manifestazioni musicali e cambi di formazione) attraverso una documentazione biografica ed iconografica davvero incredibile e la loro discografia a 45 e 33 giri. Un libro che appassionerà ogni amante di questo gruppo osannato e conosciuto dai collezionisti di dischi in vinile di progressive rock di tutto il mondo.



lunedì 30 gennaio 2017

Rick Wakeman in Italia


Hello,
due date secche nel nord-est per il "mago Merlino" del Progressive, Rick Wakeman, mitico tastierista degli Yes e non solo.
Amici, trentini e friulani, non perdetevi questo appuntamento…
Wazza

Rick Wakeman, storico tastierista degli YES, sarà in Italia il prossimo Febbraio per due date che lo vedranno impegnato in un emozionante spettacolo di solo pianoforte.
Richard Christopher Wakeman, più noto come Rick Wakeman, è un tastierista e compositore britannico, fu esponente del progressive rockdegli anni settanta. Oltre a una brillante carriera da solista, è noto soprattutto per aver fatto parte degli Yes nel periodo d’oro della band, primi anni settanta, contribuendo alla realizzazione di album come “Fragile“, “Close to the Edge” e “Going for the One“. Lo stile di Rick Wakeman è un rock progressivo sinfonico ambizioso e magniloquente che fa un largo uso delle tastiere, strumento di cui è fra i più noti virtuosi. Molti suoi album sono opere concettuali che si ispirano a tematiche fantasy, religiose e mitologiche nonché colonne sonore per il cinema e il teatro. Se “The Six Wives of Henry VIII” (1973), “Journey to the Centre of the Earth” (1974) e “The Myths and Legends of King Arthur and the Knights of the Round Table” (1975) sono ancora radicati nel rock progressivo, i dischi seguenti sono molto più meditativi e confinano nella musica new age: segno di un affiancamento dell’artista alla dottrina Born Again Christian. Nonostante questa conversione, che è rimasta inalterata negli anni ottanta, sono suoi occasionali ritorni al rock sinfonico e rivisitazioni in chiave dance di brani altrui come conferma “Rhapsodies” (1979). AllMusic cita l’artista fra gli esponenti dell’art rock.

Di seguito i dettagli delle due date italiane:

Mercoledí 8 febbraio ore 21.00
Teatro Auditorium Santa Chiara – TRENTO
INGRESSO
PLATEA CENTRALE €42 + €6 diritti
PLATEA LATERALE €36 + €5 diritti
PLATEA CENTRALE ALTO €30 + € 4,5 diritti
INFO&PREVENDITA
INFO 0461 213834
VENDITA ON LINE
www.ticketone.it

Giovedì 9 febbraio ore 21.00
Teatro Nuovo “Giovanni da Udine” – UDINE
INGRESSO
PLATEA GOLD €50 + €7,5 diritti
PLATEA €42 + €6,3 diritti
PRIMA GALLERIA €36 + €5,4 diritti
SECONDA GALLERIA €30 + €4,5 diritti
TERZA GALLERIA €25 + €3,75 diritti
INFO&PREVENDITA
info 0431 510393
vendita on line www.ticketone.it



PROG & Dintorni del 3 febbraio: ideato e condotto da Gianmaria Zanier


Venerdì 3 febbraio nuovo appuntamento con “PROG & Dintorni” (in onda su www.radiovertigo1.com dalle 21 alle 23): riflettori puntati sugli SPOCK'S BEARD ("IL GRUPPO 2.0 DELLA SETTIMANA" sulla pagina facebook PROG 2.0 ).

Nel corso della puntata, riflettori puntati anche su GENTLE GIANT, FAMILY e BIG BIG TRAIN, oltre ad un focus particolare sul nuovo CD "Coraggio e Mistero", inciso dal CAP con ALVARO FELLA e sull'album "Vivi, Lotta, Pensa" del "nuovo" BIGLIETTO PER L'INFERNO.

Per riascoltare la replica della puntata, basta cliccare il consueto link http://www.radiovertigo1.com/progedintorni

domenica 29 gennaio 2017

"The Who e Roger Daltrey in Italia", di Antonio Pellegrini: quattro chiacchiere con l'autore... il 3 febbraio a Savona


Venerdì 3 febbraio serata dedicata ai mitici THE WHO organizzata dal Van Der Graaf Pub di Savona

L'occasione è fornita dal nuovo libro "The Who e Roger Daltrey in Italia", di Chinaski Edizioni. Ne parlerà l'autore Antonio Pellegrini in dialogo con Athos Enrile, scrittore e esperto di musica.

Il libro The Who e Roger Daltrey in Italia (Chinaski Edizioni pag 144, foto a colori, 15,00) è il frutto di un anno di lavoro e ricerca effettuato dall'autore Antonio Pellegrini per ricostruire tutte le varie apparizioni della band nel nostro paese: resoconti dei concerti, scalette, stralci di interviste, articoli di giornale, testimonianze dei fan storici italiani, foto inedite, ricordi. Dai concerti del 1967 a Torino, Bologna, Milano e Roma al passaggio nella capitale nel 1972 per "Who 's Next", dagli Who degli anni 2000 con la sofferta serata all'Arena di Verona nel 2007 al tour italiano di Roger Daltrey del 2012 dedicato a Tommy fino ai recenti concerti di Bologna e Milano nel settembre 2016. 
Un progetto ambizioso e unico che svela autentiche gemme nascoste del mondo Who e soprattutto rafforza il rapporto fra il celebre gruppo inglese e l'Italia. Con una "Introduzione al mondo The Who" di Athos Enrile, un'intervista a Simon Townshend e i contributi di Tony Face e dello scrittore Fabio Rossi.

Sull'Autore:
Antonio Pellegrini, genovese, lavora per l'ufficio Comunicazione di Marketing del Comune di Genova. Musicista e autore, suona nella band genovese Biosound, con la quale ha pubblicato due album: "Di Versi" e "Stagioni". Appassionato di concerti, ne ha visti parecchi e li racconta sul suo blog www.tonyinviaggio.com e sulla webzine Mat2020 (www.mat2020.com)

Van Der Graaf Pub

Venerdì 3 febbraio a partire dalle ore 21.15







La Fabbrica dell'Assoluto e la Franck Carducci Band in concerto a Roma


La Fabbrica dell'Assoluto e la Franck Carducci Band in

concerto a Roma giovedì 9 febbraio


sabato 28 gennaio 2017

DVD+CD per l'ultimo live degli Ut New Trolls


Gianni Belleno dice…

ECCOLO... IL DVD + CD audio dell'ultimo LIVE " è ", degli Ut New Trolls nelle ns. mani: da oggi sono ufficialmente aperte le prenotazioni tramite Rosy Belleno mentre...

ONLINE si può trovare a questo link: http://www.self.it/ita/details.php?nb=8019991880913&tc=c ...

 e nei NEGOZI fisicamente dal 3 Febbraio 2017




venerdì 27 gennaio 2017

Arriva NSG, Nuova Scuola Genovese - Tornano i cantautori in Via del Campo e in TV


Comincia il programma "Nuova Scuola Genovese"
Sarà un evento in Via del Campo 29 Rosso a Genova live e in televisione

Esiste una Scuola Genovese dei cantautori? E se la risposta è sì, è configurabile l’ipotesi di una nuova scuola cantautorale genovese?
NSG, acronimo che sta per Nuova Scuola Genovese, vuole essere più di un programma televisivo, in onda su Antenna Blu (Canale 16 di Genova, canale 173 di Imperia, in streaming sul sito web del canale televisivo per il resto dell’Italia): comincia a prendere la forma di un nuovo, atteso, movimento culturale. I programmi di musica d'autore sono assenti e attesi: NSG è un apristrada.
La parola ai cantautori, come nei tempi di una tensione sociale forse mai del tutto sopita, e ora certamente in piedi a chiedere anche all'arte risposte che vadano al di là di un jingle pubblicitario o del primo piano di un giudice inadeguato a parlare di musica, ritratto nel finto stupore del becero intrattenimento, colpevole di fregiarsi di un inesistente tentativo di scouting che col “talento” autorale ha nulla a che fare.
Eugenio Ripepi, attore e cantautore, e  Andrea Podestà, saggista ed esperto di canzone d'autore, parleranno di letteratura musicale italiana, portando gli ospiti a raccontarsi in un'ora di chiacchiere scevre dai toni seriosi necessari in carenza di contenuti; pure in una costante presenza di analisi, la cultura può anche far divertire.
Nel programma ci saranno numerose incursioni di personalità legate alla musica e allo spettacolo.
Questa finestra sulla musica ligure è senza dubbio un'operazione sul territorio, ma travalica fortemente i limiti regionali. Il nome non vuole indicare la pretesa di riassumere tutto ciò che esiste attualmente in ambito cantautorale nel capoluogo ligure, ma suggerire piuttosto un'ideale filiazione rispetto alla generazione precedente, nell’ambito di un discorso culturale più ampio che ha interessato e che interessa l’intera nazione. A fianco di ospiti celebri, ci saranno giovani emergenti forse poco noti al grande pubblico, alcuni con qualche riconoscimento alle spalle.
Ogni puntata sarà registrata - e aperta al pubblico - il sabato presso il museo-emporio della canzone d’autore Via del Campo 29 Rosso gestito dalla cooperativa sociale Solidarietà e lavoro. Un luogo non solo evocativo, ma anche fortemente simbolico. Ospite fisso sarà, poi, il compositore Alberto Luppi Musso che interpreterà al piano una canzone dell’ospite. Le puntate saranno trasmesse in prima serata il mercoledì alle ore 21. Sono già andate in onda quattro anticipazioni dedicate ai maestri della Scuola Genovese: Fabrizio De AndréLuigi TencoUmberto Bindi e Bruno Lauzi. Una puntata speciale sarà dedicata a Gino Paoli, una a Ivano Fossati.
Sabato 28 gennaio alle ore 18 è previsto in Via del Campo 29 Rosso il primo incontro con Federico Sirianni, che andrà in ondail 1 febbraio alle 21 su Antenna Blu, l’inizio ufficiale del programma. Sarà poi la volta di Claudia Pastorino, Fabrizio Casalino, Roberta Alloisio, Cristiano Angelini, Max Manfredi e Francesco Baccini. E poi, ancora, Zibba, Gian Piero Alloisio, Vittorio De Scalzi, e tanti altri.

Sito Web Antenna Blu

Nuova Scuola Genovese

PAGINA FACEBOOK

Andrea Podestà insegna Lettere presso una scuola genovese. Da anni si occupa della canzone d’autore italiana, pubblicando diversi saggi sull’argomento. Per l’editore Zona ha pubblicato nel 2001 Fabrizio De André, in direzione ostinata e contraria (edizione ampliata nel 2003); nel 2007 Francesco De Gregori, a piedi nudi lungo la strada; nel 2009 Bocca di rosa. Scese a Sant’Ilario. E fu rivoluzione; nel 2010 è la volta del libro intervista (scritta a quattro mani con Marzio Angiolani) Francesco Baccini, ti presto un po’ di questa vita; nel 2011 sempre con Angiolani pubblica Genova, storie di canzoni e cantautori; nel 2015 con Manuela D’Auria ha dato alle stampe Le parole che volevo ascoltare, De André traduce Cohen e Dylan. È collaboratore della rivista on line L’isola della Musica italiana e Il Pubblicista. Da anni presenta - con l’attrice Lisa Galantini - il Lilith Festival manifestazione dedicata alla canzone d’autore femminile. È membro del Club Tenco.

Eugenio Ripepi, diplomato attore alla Scuola del Teatro Stabile del Veneto, con una laurea in Dams e una in Scienze dello Spettacolo, dottore di ricerca in Arti, Spettacolo e Nuove Tecnologie all'Università di Genova, cultore della materia di Storia del Teatro, è attore, scrittore, cantautore, regista, conduttore televisivo, direttore artistico di manifestazioni teatrali, cinematografiche e musicali di rilevanza nazionale che hanno ospitato importanti personaggi del mondo dello spettacolo. Fa parte del cast del nuovo Zelig milanese.  Ha pubblicato l'album musicale La buccia del buio (Bollettino) e il 45 giri Canzone Sociale (CNI), i libri La canzone teatrale di Piero Ciampi e Scritti in festa per Eugenio Buonaccorsi (prefato da Gino Paoli, Edizioni Zem), Il Carnet del carnefice (prefato da Vittorio Coletti, Atene Edizioni), “La luce scalza” e “Eredi del punto su tele di carne” (prefato da Giuseppe Conte, Ennepilibri),  il saggio “La drammaturgia musicale-teatrale di Gian Piero Alloisio” (Edizioni Pagina). Notizie più estese su www.eugenioripepi.com

Notte New Trolls - Roma, 13 febbraio: 50 anni di musica e una prestigiosa targa consegnata dal presiente di PMI


NOTTE NEW TROLLS
50 ANNI DI MUSICA
E UNA PRESTIGIOSA TARGA CONSEGNATA DAL PRESIDENTE DI PMI

"Amici, romani, concittadini, prestatemi le vostre orecchie" .
Il 13 febbraio al Teatro Brancaccio di Roma si festeggiano i 50 anni dei New Trolls…
Notte New Trolls, per ripercorrere la carriera della gloriosa band genovese, .dagli inizi del beat passando al pop- progressive, sino alla canzone d'autore… un concerto da non perdere!.
Wazza 


Una reunion targata 'estate 2016'. Dopo avere intrapreso percorsi artistici diversi, è ora ufficiale il ritorno sulle scene di Gianni Belleno, Ricky Belloni, Nico Di Palo, Giorgio Usai che, insieme ad Andrea Cervetto e Alex Polifrone, danno vita a 'Notte New Trolls'.
La nuova formazione, alla quale ha contribuito in modo decisivo la manager di PFM, Iaia De Capitani, vede insieme quasi tutti i membri originali dei New Trolls, gruppo nato a fine anni Sessanta, che ha saputo ritagliarsi uno spazio originale nel panorama musicale italiano, grazie alla particolare vocalità polifonica che da sempre lo contraddistingue.
Alla base di questo nuovo progetto, cè la voglia di scambiarsi quella musicalità che ha entusiasmato il pubblico per cinque decadi ed il desiderio di aggiungere un nuovo capitolo al proprio percorso artistico. 'Notte New Trolls' è la riscoperta di una grande realtà musicale italiana.



Il 2017 è un anno particolarmente significativo per i NEW TROLLS che festeggiano 50 anni di musica e di successi. In occasione dell’importante anniversario Mario Limongelli, Presidente di PMI (Produttori Musicali Indipendenti) ha consegnato a Nico di Palo, Gianni Belleno, Ricky Belloni, Giorgio Usai una prestigiosa targa che recita la seguente motivazione “50 anni di musica NEW TROLLS eseguita da musicisti che tornano insieme per costruire il futuro”.

Attualmente la band è impegnata nel lunghissimo tour “Notte New Trolls” che si concluderà in autunno con alcune date all’estero. Sul palco: Nico di Palo, Gianni Belleno, Ricky Belloni, Giorgio Usai, andrea Cervetto e Alex Polifrone. Queste le prossime date:

26 gennaio -Teatro Alessandrino - Alessandria
13 febbraio - Teatro Brancaccio - Roma
18 febbraio -Teatro Galleria - Legnano (Mi)
14 marzo - Teatro Puccini  - Firenze
1 aprile - Teatro Novelli  - Rimini


giovedì 26 gennaio 2017

Libero - CD Shoah. Musica per non dimenticare.


DA VENERDI’27 GENNAIO
IN OCCASIONE DELLAGIORNATA DELLA MEMORIA

IN EDICOLA CON 
A € 6,50oltre il prezzo del quotidiano

SHOAH. MUSICA PER NON DIMENTICARE

Nel CD in uscita il 27 Gennaio, Giornata Internazionale della Memoria, il Trio Jazz di Massimo Faraò, affermato jazzista di livello internazionale, regala una carrellata dei brani più significativi utilizzati come colonna sonora di film sulla Shoah,
dalla struggente “Buongiorno Principessa” de La Vita è bella di Benigni, al tema di Schindler’s List” di Steven Spielberg.
I brani tradizionali ebraici sono interpretati invece dal Gruppo Gordon Salomon.


ATTENZIONE: PER INFORMAZIONI E ARRETRATI, CHIAMA IL NUMERO VERDE GRATUITO 800.98.48.24 ATTIVO SU RETE FISSA

N-A-I-V-E-S: esce l'album di debutto


Uscirà il 27 gennaio 2017 l'album di debutto,
omonimo, dei N-A-I-V-E-S, duo londinese considerato una delle realtà più cool della nuova scena electro pop internazionale grazie ad un fresco mix di synth e beat tropicali.

La band arriva al disco d'esordio dopo accostamenti prestigiosi (MGMT, Caribou, Yeasayer, Animal Collective, Little Dragon), palchi importanti (in apertura a Bloc Party, Friendly Fires, Mystery Jets, Is Tropical, Slow Magic) e il massiccio supporto radiofonico di BBC London e numerose altre emittenti inglesi. 



ARTISTA: N-A-I-V-E-S

DISCO: N-A-I-V-E-S

DATA DI USCITA: 27/01/2017

ETICHETTA: LA PEAU (UK)

DISTRIBUZIONE: BELIEVE

Inverno del 2012, a Londra era una notte gelida e ventosa. Il polistrumentista e cantante Marc Jacc si era trasferito lì da un paio di settimane per raggiungere il bassista Lapo Frost, che aveva conosciuto poco tempo prima in un club di Parigi. Per la prima volta, quella sera, i due si chiusero in studio di registrazione. Dovevano lavorare ad un remix per un progetto completamente diverso.
“Dopo poco abbiamo lo abbandonato e ci siamo messi ad improvvisare su un ritmo in tre quarti ispirato al poster di The Dream, il quadro di Henri Rousseau, che era appeso al muro dello studio. Sognavamo di essere al caldo in una foresta tropicale… non ce ne siamo accorti subito, ma avevamo appena dato vita ad un nuovo progetto”.
Pochi mesi e molti brani dopo, la band ha deciso di chiamarsi N-A-I-V-E-S, “forse per via di Rousseau, forse perché non sapevamo esattamente cosa stavamo facendo”.

Il disco di debutto della band, omonimo, è la sintesi del percorso artistico compiuto dai N-A-I-V-E-S a partire da quella fredda notte londinese. Da allora il duo ha pubblicato due singoli (W.I.G.O e Fashion Pineapple, mentre un terzo - Crystal Clear - sarà lanciato pochi giorni prima dell’uscita dell’album), ha suonato nei maggiori festival europei e conquistato l’attenzione di numerosi colleghi e addetti ai lavori, oltre che di un numero crescente di estimatori.





N-A-I-V-E-S TRACK BY TRACK


1. Crystal Clear

E’ una pura dichiarazione d’amore. Parla di quel preciso momento, in un rapporto di coppia, in cui tutto sembra precipitare e tutto è vero e falso allo stesso tempo. E’ una sensazione confusa, ma alla fine l’amore trionfa.
C'è un po’ di Jagwar Ma, Metronomy e un sacco di Fela Kuti.

2. Trampoline

Questo brano lo abbiamo scritto un paio di anni fa a Glastonbury dopo il nostro dj set. Eravamo piuttosto ubriachi quella notte e Marc stava cantando questa melodia.. la mattina dopo ci siamo svegliati ed era ancora stampata nella nostra testa.
C'è un po' di Vampire Weekend,Little Dragon, Bastille e Gilberto Gil.

3. Golden shore

Parla di quel luogo mistico che esiste solo nella nostra immaginazione, quel luogo di pace che ti protegge, il luogo che chiami casa al termine di un lungo viaggio. Potrebbe anche essere il paradiso, ma noi lo immaginiamo sul fondo dell’oceano.
C'è un po’ di Metronomy, di Arcade Fire e di Prince.

4. Hold out

E’ la prima canzone dell'album e anche la prima che abbiamo scritto in assoluto, nel 2012. Si ispira a "The Dream", un famoso dipinto di Henri Rousseau. Lo stavamo ammirando quando ci siamo messi ad improvvisare.
C'è un po' di Animal Collective, Yeasayer,SBTRKT e un sacco di house music.

5. Fashion pineapple

Stavamo facendo il soundcheck allo Standon Calling Festival nell'estate 2014: Lapo era in loop su un giro di basso e Marc ha iniziato a cantarci sopra, improvvisando un testo che parlava di ananas e di moda.. vi ricordate quanti disegni di ananas c’erano sui capi d’abbigliamento quell’estate? Ci è sembrata perfetta per portare un po’ di tropical nella pioggia di Londra.
C'è un po’ di Jungle, un po’ di Justice e un sacco di Friendly Fires.

6. W.I.G.O.

Parla dell’adolescenza, della verginità, del diventare grandi, di quel meraviglioso momento della vita in cui per la prima volta realizzi di essere libero e pronto a spiccare il volo. È un concentrato di potenza e di fragilità al tempo stesso.
C'è un po' di MGMT, di Fisherspooner, di Is Tropical e di RUN-DMC.

7. No way

Marc era in India a campionare i suoni delle scimmie e delle mucche sacre. Il clacson di un tuk tuk è diventato l'intro di questa ballata, anche se non è facile riconoscerlo visto il modo in cui lo abbiamo manipolato in studio. Il testo parla di una storia immaginaria tra una principessa indiana e il suo servo in Rajasthan.
C'è un po’ di Chvrches, qualcosa di Major Lazer, di M.i.a. e di Kula Shaker (senza chitarre!).

8. Jugular Vein

Questo brano è dedicato a coloro che hanno fede nella loro fede e che cantano i loro sentimenti a squarciagola per celebrare la gioia della vita! E’ una delle nostre prime canzoni, che ci piacere cantare in coro insieme al pubblico e che infatti lasciamo sempre per ultima nei nostri concerti.
C'è un sacco di Ibibio Sound Machine, Yeasayer, Arcade Fire, Jungle e Empire of the sun.

9. Horizon

E’ la storia di un vecchio e saggio uomo cieco che, in realtà, è in grado di vedere più lontano e in profondità di chiunque altro. Parla di saggezza, di buon senso, di esperienza e di conoscenza. Perché non metterci un bel basso deep house?
C'è un po' di Basement Jaxx, di Groove Armada e di Radiohead.


BIOGRAFIA

E’ il 2012 quando il polistrumentista e cantante Marc Jacc incontra il dj e bassista Lapo Frost in un club di Parigi. Poche settimane più tardi i due si chiudono in uno studio di Londra per sperimentare su nuove tracce. Battezzano il progetto N-A-I-V-E-S in omaggio all’immaginario naïf del pittore francese Henri Rosseau. Sono le sue foreste tropicali, in particolare, a stimolare la creatività del duo sia a livello sonoro che a livello visivo. La band inizia subito ad esibirsi dal vivo, prima nei club e poi nei festival, aprendo i concerti di Is Tropical, Mystery Jets, Slow Magic, Friendly Fires, Bloc Party. Il primo singolo pubblicato dal duo è W.I.G.O.: il brano diventa subito virale e spiana la strada ad un tour europeo, agevolato anche dal supporto di numerose emittenti radiofoniche, BBC London su tutte. Con l’uscita del secondo singolo Fashion Pineapple, nel 2016, i N-A-I-V-E-S affinano ulteriormente il loro stile fatto di synth accattivanti e beat tropicali, rafforzando la cerchia di estimatori tra pubblico, colleghi e addetti ai lavori. I tempi sono ormai maturi per l’album di debutto, omonimo, la cui uscita è prevista per il 27 gennaio 2017. Il disco sarà anticipato dalla pubblicazione di un terzo singolo, Crystal Clear.

UFFICIO STAMPA | MORNING BELL

Rossella Savino

+ 39 347 1589449

Sebastiano Giordani

+39 339 1232383

Via Torre 29, 20143 Milano



mercoledì 25 gennaio 2017

TOUR EUROPEO FILIPPO COSENTINO


Continua il tour europeo del chitarrista piemontese Filippo Cosentino che con la pubblicazione degli ultimi lavori discografici (L’astronauta e Tre) conferma “la sua caratura di chitarrista acustico di grande livello” (dalla recensione di Luigi Viva di Tre su ilSussidiario.net).
Concluso in 2016 che lo ha visto protagonista con concerti in diversi Paesi europei e in Asia tra Hong Kong e Macau, ripartirà dalla Francia il 20 gennaio come special guest della rassegna Carte Blanche Series con la Jazz Faculty of the Ecole de Musique  Jacques-Melzer in Frejus. Seguirà un mese di febbraio parecchio intenso inaugurato dalla prestigiosa collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura in Copenhagen: il 1° febbraio si terrà infatti proprio all’IIC il concerto per chitarra baritona sola mentre dal 24 al 26 febbraio Cosentino parteciperà al prestigioso Vinter Jazz Festival. Per questi appuntamenti si ringrazia per la collaborazione l’Istituto Italiano di Cultura in Copenhagen.
Giovedì 16 febbraio l'artista sarà con il Filippo Cosentino trio al Jazz Club Torino e il giorno seguente, il 17 febbraio, al Civico Undici di Alba (Cn).
I concerti proseguiranno anche nel mese di marzo e in primavera con importanti appuntamenti tra cui spicca il tour insieme al trombettista e cantante residente a New York, Nate Birkey.


20 Gennaio 2017

Filippo Cosentino Special Guest @the Carte Blanche Series with the Jazz Faculty of the Ecole de Musique Jacques Melzer in Frejus, France

1 Febbraio 2017
Filippo Cosentino concerto per chitarra sola
@Istituto Italiano di Cultura - Copenaghen, Denmark

16 Febbraio 2017
Filippo Cosentino Trio
@Torino jazz Club, Torino, Italy

17 Febbraio 2017
Filippo Cosentino Trio feat. Giovanni Falzone
@Civico Undici, Alba, Cn, Italy


24-26 Febbraio 2017
Filippo Cosentino Tre - baritone guitar solo
@Vinter Jazz Festival Copenaghen, Denmark

Date sempre aggiornate su www.filippocosentino.com

Ufficio stampa
Press nella rete
348 96 20 906