domenica 31 maggio 2015

CHE MUSICA A MILANO


Venerdì 5 giugno 2015
Premiata Trattoria Arlati -
Via Nota 47 - Milano - 02.6433327
ore 20,30 Cena *** ore 22,30 Musica con i Lokomotion + Jam Session con ospiti a sorpresa


Presentazione
CHE MUSICA  A MILANO di Giordano Casiraghi
Luoghi e ritrovi storici raccontati dai protagonisti della scena

pp. 326 - EURO 20
ISBN 978-88-6438-472-6

Aneddoti e curiosità attorno a una Milano dei Locali che fanno musica.
Oltre 120 testimoni per raccontare il mondo della musica e dello spettacolo a Milano. Quattro anni di ricerche e incontri per curiosare nella vita dei locali che non ci sono più - come Arethusa, Capolinea, Charlie Max, Macondo, Intras' Derby Club, Capolinea, Santa Tecla, - e di quelli ancora attivi, come Arlati e, fino a poche settimane fa, Le Scimmie. Tutte queste storie diventano per così dire un’unica grande storia, fino a quella - unica e seducente - di Roberto Brivio dei Gufi, affidata a uno scritto teatrale in prima persona.
Parlano i protagonisti che li frequentavano, artisti, giornalisti, manager, animatori o “semplici” avventori, ognuno con la propria storia e umanità. Inoltre un ampio spazio di quattro grandi eventi che hanno segnato la storia musicale di Milano: i Beatles al Vigorelli, Jimi Hendrix al Piper/Wanted Saloon, John Cage al Lirico e “Il Concerto per Demetrio Stratos all’Arena Civica.


sabato 30 maggio 2015

Il Bianco Sospiro della Montagna


Il Bianco Sospiro della Montagna

E' disponibile sul web la preview di alcuni spezzoni tratti dalla nuova opera teatrale di Mattia Gosetti, leader dei Sirgaus. Il musical è pronto, a breve si inizierà ad imbastire la rappresentazione e saranno presto rese note le date degli spettacoli. Il lavoro ha richiesto molto tempo, la stesura ha avuto inizio nel corso del mese di agosto 2014 e doveva terminare lo scorso dicembre, ma la necessità di inserire ulteriori elementi ha portato l'autore ad un maggiore tempo per trasformare l'evento di qualcosa di unico. Il Bianco Sospiro della Montagna è il miglior lavoro di sempre di Mattia Gosetti e rappresenta artisticamente tutte le sue capacità creative, risultando un eccellente mix di tutte le sue passioni.



Fasano Jazz 2015: i Pink Floyd secondo Casarano, Bardoscia e Savoldelli!


Sabato 30 maggio un'audace rivisitazione del capolavoro 'The Dark Side Of The Moon' da parte di un originale trio jazz, voce, sassofono e contrabbasso. Domenica 31 tocca a Donatello D'Attoma con Bjorn Solli
Fasano Jazz 2015: i Pink Floyd secondo Casarano, Bardoscia e Savoldelli!

Il Comune di Fasano (BR)
Assessorato alle Attività Culturali
è orgoglioso di presentare:

FASANO JAZZ 2015
XVIII EDIZIONE

Sabato 30 maggio
Teatro Comunale Sociale
Via Nazionale dei Trulli
Fasano (BR)
ore 21.00

CASARANO – BARDOSCIA – SAVOLDELLI:
“THE GREAT JAZZ GIG IN THE SKY”
a trialogue based upon the music 
of Pink Floyd's  Dark Side Of The Moon

Raffaele Casarano: sassofono
Marco Bardoscia: contrabbasso
Boris Savoldelli: voce & elettronica

Ingresso: euro 5,00  



Non un semplice tributo ma una rilettura. D'altronde riprendere uno dei capolavori dei  Pink Floyd con un  trio voce-sax e basso impone una forte personalizzazione, all'insegna di una  rivisitazione radicale: è quanto faranno  Casarano, Bardoscia e Savoldelli con  The Dark Side of The Moon, uno dei massimi bestseller della storia del rock, sabato 30 maggio al Teatro Sociale per la seconda serata del Fasano Jazz 2015.  The Great Jazz Gig in The Sky è un progetto audace e sorprendente, che asseconderà  le propensioni personali e la strumentazione anomala dei tre musicisti : la portata evocativa dei suoni acustici della voce umana, del sax e del basso è amplificata grazie all'elettronica, in omaggio a un jazz moderno che viaggia verso confini inaspettati, contaminato dal linguaggio del rock post-psichedelico e dell’elettro-acustica. Raffaele Casarano, Boris Savoldelli e Marco Bardoscia sono tre tra i maggiori esponenti del jazz italiano, noti in tutto il mondo grazie a concerti e collaborazioni: un autentico fiore all'occhiello per l'edizione della maggiore età del Fasano Jazz.

L'attesissima edizione 2015 conferma in pieno le scelte appassionate della direzione artistica di  Domenico De Mola (Ufficio Attività Culturali del Comune di Fasano):  musica di qualità, ingressi gratuiti e prezzi popolari, location affascinanti nella cittadella del jazz e del rock. Quest'anno poi, oltre al sito  www.fasanojazz.it, il festival si avvale della  App per Android 'FasanoJazz': una applicazione gratuita, creata con gli studenti dell'IISS Salvemini di Fasano e reperibile su Play Store di Google, con informazioni, immagini e un simpatico giochino per appassionati jazz e prog. L'evento di punta è l 'unica data estiva al centrosud dei leggendari Caravan. Da anni Fasano Jazz ha lanciato un gemellaggio musicale con la città di  Canterbury: le varie incarnazioni dei Soft Machine, gli Hatfield and The North, Richard Sinclair, Jimmy Hastings e i Gong del compianto  Daevid Allen (al quale il festival è dedicato) sono alcuni dei nomi di Canterbury che hanno partecipato con successo al festival, ma mancavano all'appello i fondamentali  Caravan. Inarrestabili dal 1968, emblematici in quell'abbraccio tra jazz e rock tipico del  Canterbury Sound e tanto amato a Fasano, si esibiranno al Teatro Kennedy  lunedì 1 giugno nella formazione del 2015, capitanata come sempre dal carismatico  Pye Hastings e dal violinista  Geoffrey Richardson. Non mancherà nel loro live il celebre  In The Land Of Grey And Pink, capolavoro del 1971 e considerato tra i massimi esempi di progressive-rock.

Sabato 31 toccherà a un protagonista del jazz nordeuropeo:  Bjorn Solli. Votato nel 2002 come miglior musicista giovane norvegese, il chitarrista si presenterà con  Watchdog, il gruppo composto da  Donatello D’Attoma, Luca Alemanno e Vladimir Kostadinovic, un punto di incontro tra le geometrie della scuola scandinava e la passionalità di quella italiana. Anche il blues non manca mai a Fasano e mercoledì 3 giugno sarà la volta del doppio set di  Bastiano & WMEnsemble in apertura e i  Red Phoenix Blues dell'asso Giacomo Caliolo (già chitarra di Francesco De Gregori, Rondò Veneziano, Struttura & Forma). Arriva venerdì 12 giugno uno dei musicisti più emblematici del nuovo prog-rock italiano:  Fabio Zuffanti. Attivo con diverse formazioni dalla metà degli anni '90 ad oggi (Finisterre, Hostsonaten, Maschera di Cera, Aries etc.), il bassista genovese è considerato tra i principali artefici del progressive contemporaneo e il suo ultimo disco  La quarta vittima (2014) ha riscosso significativi responsi, come il libro che ha sollevato polveroni tra gli addetti ai lavori, il controverso “pamphlet ribelle”  O casta musica (2012). Nella ZBand compare anche  Martin Grice, glorioso sassofonista dei Delirium dal 1972. 

Ultima serata completamente dedicata a  Frank Zappa con uno dei musicisti più legati al Fasano Jazz, ovvero  Roberto Gatto. Il popolare batterista romano, tra i più autorevoli e conosciuti uomini jazz al mondo, sarà lo special guest dei  Quintorigo martedì 16 giugno, per un concerto speciale incentrato sulla musica di Frank Zappa. Se Gatto è alla sua settima partecipazione, i Quintorigo debuttano a Fasano: sarà l'occasione giusta per vedere in azione uno dei gruppi più amati nel panorama italiano dell’ultimo ventennio, reduce dal successo dell’ultimo lavoro  Quintorigo Experience (2013) e raramente accompagnato da una batteria.  Fasano Jazz prosegue imperterrito come manifestazione sui generis per la lettura data al jazz, per le proposte che attirano diversi segmenti di pubblico, per  l'attenzione alla varietà, al talento e alla qualità. Fasano Jazz non è solo ottima musica con grandi maestri e giovani interpreti ma anche un'opportunità per conoscere la bellissima città pugliese, ricca di tradizione e arte.

Programma:

Domenica 31 maggio 
Teatro Comunale Sociale   
ore 21 

ingresso libero

DONATELLO D’ATTOMA “WATCHDOG” 
feat. Bjorn Solli

Donatello D’Attoma  pianoforte
Bjorn Solli chitarra
Luca Alemanno contrabbasso
Vladimir Kostadinovic batteria

-------------------------------------------

Lunedì 1 giugno 
Teatro Kennedy   
ore 21 

Euro 10,00

CARAVAN

Pye Hastings lead vocal & guitar
Geoffrey Richardson violin, guitar, spoons etc
Jan Schelhaas keyboards
Jim Leverton bass
Mark Walker drums

-------------------------------------------------------

mercoledì 3 giugno 
Teatro Comunale Sociale  
ore 21 

ingresso libero

first set  
BASTIANO & WMEnsemble

Sebastiano Lillo  chitarra resofonica & slide
Vincenzo Gagliani  percussioni
Salvatore Ancora contrabbasso
Piero Errico batteria

second set   
RED PHOENIX BLUES

Sara Saccol  voce
Stefano Molinari  tastiere
Giacomo Caliolo chitarre
Antonello Palmas basso
Pino Di Stadio batteria

 ----------------------------------------------------------

venerdì 12 giugno
Teatro Comunale Sociale   
ore 21 

ingresso libero

FABIO ZUFFANTI & ZBAND

Fabio Zuffanti  basso, bass pedal, voce
Giovanni Pastorino tastiere
Martin Grice sassofono & flauto
Simone Amodeo chitarra
Paolo Tixi batteria

-------------------------------------------------------

martedì 16 giugno 
Teatro Kennedy    
ore 21 

Euro 5,00

QUINTORIGO & ROBERTO GATTO play FRANK ZAPPA

Moris Pradella voce
Valentino Bianchi sassofono
Andrea Costa violino
Gionata Costa violoncello
Stefano Ricci contrabbasso
Roberto Gatto batteria



Direzione artistica: 
Domenico De Mola

Mediapartners:
Italia In Jazz:  www.italiainjazz.it 
Jazzitalia:  www.jazzitalia.net 
MovimentiProg:  www.movimentiprog.net 
Senzabarcode:  www.senzabarcode.it 
Radio Senise Centrale:  www.radiosenisecentrale.net 


Informazioni:
Tel. 080-4394123

Fasano Jazz:

Synpress44 Ufficio Stampa:


venerdì 29 maggio 2015

Roberto Tiranti e Grazia Quaranta in concerto


Roberto Tiranti e Grazia Quaranta in concerto
Venerdì 12 Giugno

Un serata che vedrà sul palco del Blue Moon, storico locale genovese, due delle voci più apprezzate del panorama internazionale.


Cantante di chiara matrice soul, apprezzata in diversi tour che l'hanno vista protagonista in tutto il mondo, si è esibita cantando in dieci lingue diverse. Può vantare numerose partecipazioni a prestigosi festival, come il Jazz Festival di Nizza, il Porretta Soul Festival e l'Heineken Fest.

Ha avuto il privilegio di cantare per Sua Altezza Carlo d'Inglilterra, Lady Sarah Fergusson, Carolina di Monaco e per i Principi Von Fustemberg.

Ha cantato per il Maestro Luciano Pavarotti, la neo consorte e una platea di ospiti d'eccezione, duettando con Bono degli U2, Zucchero, Tony Renis e molti altri artisti internazionali.


Muove i suoi primi passi nel mondo della musica nel 1988, esibendosi con alcuni amici nei locali della riviera ligure. Nello stesso periodo incomincia a studiare  canto e musica, e successivamente si dedica allo studio della lirica in conservatorio e col tenore Ottavio Garaventa.

Dal 1993 al 1996 interpretala parte di Gesù nel musical Jesus Chist Superstar, con una compagnia amatoriale ligure, e diventa poi cantante dei Labyrinth, Mangala Vallis, Live Five, Vanexa, New Trolls e Wonderworld.

Collabora con artisti di fama mondiale, come i New Trolls, Ken Hensley, Ian Paice, Glenn Hughes, Pivio & Aldo De Scalzi, Stef Burns, Andrea Maddalone e Irene Fornaciari.

A marzo è uscito il suo nuovo lavoro, "Saper Aspettare".

Grazia Quaranta e Roberto Tiranti saranno supportati da alcuni tra i più quotati musicisti presenti sulla scena musicale internazionale:
Aldo De Scalzi, Andrea Maddalone, Massimo Ben Trigona, Roberto Maragliano, Andrea Chellini, Federico Fugassa e Piero Trofa.

Interverranno con divertentissimi e arguti siparietti Andrea Carlini e Alessandro Squillace, noti al pubblico di Zelig con il nome del duo I BEONI.

Prenotazioni: 347 4047433/3403522051
Blue Moon-Piazzale Marassi 3-uscita casello autostradale Genova Est


Paul is dead? Conferenza/Proiezione di Glauco Cartocci



Lucarelli… chi?, Quarto Grado… chi?, Chi l’ha visto… chi?
Nessuno di questi Ha mai osato addentrarsi nel  "Caso del doppio Beatle"… Paul is dead ?
Solo lui  lo potrà svelare... Glauco "paperbackwriter" Cartocci...
Per gli amanti dei Beatles e del mistero: non mancate a questo evento!
WK 

Domenica 31 maggio - Spazio 85 - via Tommaso D'Aquino , 85 (Roma)


giovedì 28 maggio 2015

Radiovertigo1-Prog & Dintorni- Argomenti del 1 giugno


Ecco il programma della puntata di Prog & Dintorni, ideata e condotta da Gianmaria Zanier, che andrà in onda Lunedì 1 giugno, sempre su www.radiovertigo1.com, sempre dalle 18 alle 19, sempre con replica che si può ascoltare dal martedì successivo cliccando il seguente link:



Scaletta:
01. Intervista a Gianni Belleno al FIM 2015 (UT - New Trolls)
02. "XXIIa strada" (da "UT") e "Intro" da "Searching for a land"
03. "Peaches en Regalia" (Frank Zappa)
04. "Alta Loma five till nine" (Live in U.S.A. '74 - PFM)
05.  "Country Grave-Yard (Cherry Five, con interviste a Tony Tarantini e Carlo Bordini al FIM 2015)
06.  Intervista completa Alessandro Corvaglia al FIM 2015
07. "Il nome del vento" - Intervista completa ad Ettore Vigo al FIM 2015
08. "Anancienthistory" (Secret Tales, con intervista ricuperata dall'edizione 2014 del FIM)
09."L'evocazione di Eva" (Il segno del Comando)

Stradarolo "Big" - Zagarolo 13-14 giugno



Stradarolo "Big" - Zagarolo 13-14 giugno, nell'ambito della manifestazione, "omaggio" al grande Francesco Di Giacomo, da parte di musicisti, attori, giornalisti, poeti, gente qualunque..

Carissimi, Francesco per tutti noi era un amico grandissimo. Ancora non ci rendiamo conto di come non sia possibile passare da casa sua per rapirlo e trascinarlo nelle nostre follie.
Nel suo paese dove aveva scelto di vivere dove purtroppo ci ha mollato soli, lo vogliamo festeggiare.
A Stradarolo, nel festival che lui amava e che ci ha sempre aiutato a far crescere, allestiremo una piazza “no stop” con testimoni, amici, performer che gli dedicheranno qualcosa di speciale, una registrazione inedita, un frammento dimenticato, una canzone, una lettura, un aneddoto, musicisti, gente di palco, attori, tecnici, fonici, che lo amano ancora.
A Stradarolo Francesco stava per volare su una mongolfiera e già imbracato era lì per sollevarsi e raccontare la periferia romana dall'alto e solo il contrordine della Torre di Controllo di Ciampino revocò all'ultimo istante il decollo, asciugando l'affanno e la paura.
A Stradarolo Francesco ha recitato Trilussa capando la cicoria seduto davanti a un piccolo portone seduto nell'angolo di in un vicolo, si è cimentato nel canto del Fado, ha letto le previsioni del tempo presente, cantato con i Tetes e immaginato i Beatles nel futuro.
Per Stradarolo Francesco ha scritto ogni anno bellissime poesie.
Un anno fu anche cuoco e capocomico sulle corriere che divennero teatro ambulante per le campagne con la gente che strabiliata saliva e scendeva e lui cucinò e fece da cameriere e cerimonia galante per il pubblico pendolare.
A Stradarolo Francesco ha letto versi nelle aree di servizio di fronte alle pompe di benzina, muse olfattive e ispiratrici di qualunque nostra azione da oltre cento anni e intonato “Non mi rompete” nelle aiuole spartitraffico con i gomiti poggiati sulla laccanera di un pianoforte a coda.
Francesco sublime voce del rock e del Banco del Mutuo Soccorso, ma anche Francesco rarissimo artista, eclettico e geniale, in altri panni creativi e meno consueti, lo riscopriremo qui, nei suoi luoghi.
Grazie alle vostre voci. Ognuno dedicherà i suoi 15 minuti a raccontare Francesco. Un filmato, una storia in comune, una canzone, un'intervista che credevamo perduta o che era sfuggita. Ci sarà un pianoforte mezzacoda, un proiettore e non uno schermo perché le immagini si perderanno sulle pareti delle case e qualche microfono.
Si partirà alle 18 del sabato fino verso la mezzanotte, poi seguirà la notte dei vinili tenuta da Wazza Kanazza storico fan di Francesco e del Banco in cui gli appassionati potranno far ascoltare la traccia del disco in vinile cui sono più legati, ascolti che potranno essere interrotti dagli artisti che eventualmente solo a quell'ora potranno o vorranno regalare a tutti il loro magico quarto d'ora. Si ripartirà al mattino e poi fino alla sera inoltrata della domenica. Tutto sarà coordinato da Massimo Pasquini, giornalista, amico personale di Francesco e cuore nascente del festiva di Stradarolo quasi vent'anni fa.
Siamo lieti che abbiate accettato il nostro invito, con Antonella, la moglie di Francesco vi aspettiamo nel giorno e nell'orario (da sabato 13 giugno alle 18 a domenica 14 fino a tarda serata) da concordare con Cristina Piedimonte che si metterà in contatto con voi e curerà la  vostra presenza a Stradarolo.
Molti di voi sono già stati a Stradarolo, per gli altri bisogna dire che non ci sono palchi intesi in senso tradizionale, il vostro palco sarà piazza Paparelli, tra gradini, archi, ringhiere e altre piazzette dove in contemporanea accadranno altre cose.
Dato il generoso numeri di contributi, il tempo a disposizione per la vostra testimonianza potrà essere al massimo di 15 minuti.
Per raggiungere Stradarolo potete prendere il treno dalla stazione Termini di Roma che in meno di 30 minuti vi lascia alla stazione di Zagarolo. Il borgo antico è a circa due chilometri dalla stazione, per chi non verrà munito di bicicletta ci sarà qualcuno di noi per portarvi nella vostra piazza.
Se raggiungerete Stradarolo con l'automobile la vostra uscita è quella di Tivoli sulla Milano-Napoli. Da lì, direzione Palestrina e poi Zagarolo, circa 10 minuti per arrivare al Festival.

Questo è l'elenco che include voi tutti per la no-stop di piazza Paparelli dedicata a Francesco:



Ernesto Assante
Roberto Angelini
Toni Armetta e Ludovico Piccinini
Maurizio Becker
Massimiliano Bruno
Tony Carnevale
Gianpaolo Castaldo
Gino Castald 
Luigi Cinque
Nando Citarella, Stefano Saletti, Gabriella Aiello, Barbara Eramo, Pejman Tadayon
Ugo Coccia
Antonello Colonna
Vanessa Cremaschi e Diana Tejera
Rocco De Rosa
Franz Di Cioccio
Francesco Di Gregorio e Alessandro Raponi
Patrizio Fariselli
Agostino Ferrente
Lorenzo Ficini
Paolo Galassi, Elisa Ridolfi, Marco Mattei
Lucilla Galeazzi
Filippo Gatti
Indaco
Wazza Kanazza
Paolo Logli
Elisabetta Malantrucco
Rodolfo Maltese
Filippo Marcheggiani
Pino Marino
Maurizio Masi e Claudia Delli Ficorelli
Lucia Mattei
Fausto Mesolella
Pasquale Minieri, Piero Brega e Francesco Giannattasio
Raffaella Misiti
Danilo Nigrelli
Gianni Nocenzi
Vittorio Nocenzi
Rocco Papaleo
Alessandro Papotto
Duccio Pasqua
Massimo Pasquini
Fausto Pellegrini
Timisoara Pinto
Piotta
Maurizio Pizzardi
Tiziano Ricci
Roberto Scorta
Paolo Sentinelli
Peppe Servillo
Renzo Sicco
Jenny Sorrenti
Ambrogio Sparagna
Tetes de Bois
Lino Vairetti
John Vignola
Adriano Viterbini
Maria Cristina Zoppa

Presto via aggiorneremo anche sul resto del programma tramite email/facebook di Stradarolo e sugli altri ospiti di questa piazza ancora in attesa di conferma.
Nel frattempo vi chiediamo di diffondere e condividere la pagina di crowdfunding con cui stiamo cercando di sostenere questa edizione “BIG”


Ciao, grazie e a presto


Andrea Satta

mercoledì 27 maggio 2015

BANCO DEL MUTUO SOCCORSO: PRESENTATA LA NUOVA FORMAZIONE


Presentata la nuova formazione del Banco Del Mutuo Soccorso, e le prime date del tour 2015, alla conferenza stampa che si è tenuta oggi 27 maggio 2015 al Planet di Roma.
Ecco l’articolo:


COLLISIONI 2015 - MESSAGGI IN BOTTIGLIA




COLLISIONI 2015

MESSAGGI IN BOTTIGLIA

17-18-19-20-21 luglio

Barolo (CN)

COLLISIONI ANNUNCIA I PROTAGONISTI DEGLI INCONTRI E DIALOGHI
che animeranno il festival insieme ai concerti di

Vinicio  Capossela, Passenger, Paolo Nutini, Fedez, J-Ax, Mark Knopfler, Sting

Tra gli ospiti attesi: Niccolò Ammaniti, Alessandro Baricco, Alex Britti, Massimo Cacciari, Vinicio Capossela, Luca Carboni, Gianrico Carofiglio, Marco Carta, Mauro Corona,  Cesare Cremonini, Gigi D'Alessio, Niccolò Fabi, Eugenio Finardi, Carla Fracci, Umberto Galimberti, Emis Killa, Joe R. Lansdale, Marracash, Fiorella Mannoia, Jay McInerney, Mondo Marcio, Nesli, Omar Pedrini, Daniel Pennac, Katia Ricciarelli, Arrigo Sacchi, Andrea Scanzi,  il Premio Nobel Wole Soyinka, Scott Turow, Antonello Venditti, Renato Zero.


 COLLISIONI 2015, il festival agri-rock di letteratura e musica più atteso in Italia, si svolgerà dal 17 al 21 luglio a Barolo, mecca del vino italiano, nel magnifico paesaggio delle Langhe piemontesi, patrimonio UNESCO, palcoscenico naturale per ospitare nelle sue piazze musica, incontri, dialoghi con premi Nobel,  star della musica italiana e internazionale, in un'atmosfera informale di confronto e crossover tra le arti  in dialoghi che vedono protagonisti scrittori, filosofi ma anche musicisti che normalmente siamo abituati ad ascoltare allo stadio e che a Barolo prenderanno la parola in veste di narratori e di poeti,  per indagare insieme la genesi e le influenze letterarie che hanno contribuito alla creazione delle grandi canzoni. 

Oltre ai concerti di VINICIO CAPOSSELA NEL PAESE DEI COPPOLONI STILL ALIVE (venerdì 17 luglio), evento speciale studiato ad hoc per i due festival gemellati Collisioni a Barolo ed Aria di Friuli Venezia Giulia a San Daniele, di PAOLO NUTINI, definito il cantautore più raffinato della scena musicale internazionale, e PASSENGER,il giovane cantautore inglese rock-folk autore del campione di incassi Let Her Go(sabato 18 luglio); FEDEZ e J-AX, un doppio concerto nella giornata dedicata giovani (domenica 19 luglio); MARK KNOPFLER, ex- leader dei Dire Straits(20 luglio)e in chiusura il concerto di STING, ex leader dei Police(21 luglio), saranno protagonisti tanti ospiti, tra cui Niccolò Ammaniti, Alessandro Baricco, Alex Britti, Massimo Cacciari, Vinicio Capossela, Luca Carboni, Gianrico Carofiglio,  Marco Carta, Mauro Corona, Cesare Cremonini, Gigi D'Alessio, Niccolò Fabi, Eugenio Finardi, Carla Fracci, Umberto Galimberti, Emis Killa, Joe R. Lansdale, Marracash, Fiorella Mannoia, Mondo Marcio, Jay McInerney, Nesli, Omar Pedrini, Daniel Pennac, Katia Ricciarelli, Arrigo Sacchi, Andrea Scanzi, il Premio Nobel Wole Soyinka, Scott Turow, Antonello Venditti e Renato Zero.


COLLISIONI 2015: MESSAGGI IN BOTTIGLIA

Era il 1979 quando Sting, insieme ai Police, lanciava da un’isola perduta nel mare il suo messaggio in bottiglia nella speranza che qualcuno lo potesse ricevere. Prima di lui nella storia, milioni di naufraghi avevano lanciato i loro SOS, milioni di  giovani avevano affidato i propri pensieri più nascosti, i sogni di libertà e rivoluzione al segreto di una bottiglia. Perfino Cristoforo Colombo, trovandosi tra i cavalloni dell’Oceano Atlantico e temendo di naufragare, aveva affidato a una bottiglia la notizia del nuovo continente, sperando che la sua scoperta non restasse sconosciuta al mondo.
Chissà cosa spinge davvero una persona a vergare una lettera e infilarla in una bottiglia, per consegnarla al mare del tempo senza un destinatario preciso. Forse la speranza di salvarsi da un naufragio. Forse l’urgenza di comunicare con il mondo. La stessa urgenza che spinge a scrivere romanzi, a comporre canzoni. Un uomo sente qualcosa dentro, non lo comunica a chi ha vicino, lo scrive su un pezzo di carta e lo butta in mare, nella speranza che qualcuno lo ritrovi, su una spiaggia, su internet o in una biblioteca. Milioni di persone che scrivono ogni giorno su facebook, affidando i loro pensieri all’oceano digitale. Centinaia di milioni di bottiglie, ognuna con un messaggio che aspetta di essere ascoltato.
Forse un festival può servire anche a questo: a leggere  insieme i messaggi in bottiglia. Quelli contenuti nei grandi romanzi e nelle grandi canzoni, che dopo essere stati lanciati nel mare del tempo hanno fatto il giro del mondo. Ma anche i messaggi in bottiglia delle centinaia di giovani che nei giorni di Collisioni suoneranno  a Barolo - Un paese che ha saputo raccontare se stesso mandando nel mondo le proprie bottiglie, capaci di restituire a chi le apre  i profumi e i sapori di quelle colline.
IL FESTIVAL

Nato da soli sette anni, Collisioni è attualmente il festival più importante del Piemonte e viene considerato da gran parte della critica come il miglior festival in Italia, per la sua formula innovativa e la capacità di parlare a un pubblico trasversale, proponendo un’offerta variegata di musica, letteratura, cinema, alta enogastronomia e intrattenimento per famiglie. Iniziativa promossa dalla Regione Piemonte, si svolge in collina, nel cuore della Langhe, a Barolo, meta prestigiosa del turismo internazionale conosciuta in tutto il mondo per le sue eccellenze enogastronomiche e da quest’anno epicentro del territorio Unesco Piemonte, unico paesaggio vitivinicolo italiano ad aver meritato questo riconoscimento. Un paese trasformato per un weekend in un grande palcoscenico non-stop dove ogni piazza e via del paese si anima di incontri con i più prestigiosi nomi della letteratura mondiale, della musica, del giornalismo e dello spettacolo, installazioni artistiche, performance musicali e teatrali e grandi concerti con le più importanti star del panorama internazionale.

Il festival ha avuto l’onore nel 2012 di essere scelto da Bob Dylan come unica tappa italiana per celebrare i 50 anni della sua celebre canzone Blowin’ in the wind, nel 2013 dai Jamiroquai come unica data italiana del ventennale dalla loro formazione, nel 2014 da Neil Young e dai Deep Purple come unica data italiana dei loro tour mondiali.


Media partner:

MTV, Repubblica.it, Radiomontecarlo, Smemoranda

Realizzabile grazie a:

Regione Piemonte, Comune di Barolo, ERSA Agenzia Regionale per lo sviluppo rurale, Piemonte nuovo, da sempre,  Regione Friuli Venezia Giulia, Agenzia Nazionale per i giovani, Fondazione CRT, Consorzio di tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato, UBI Banca, Tuborg, SAGAT Torino Airport, Estathé,  Molino Quaglia, Consorzio Altalanga, Associazione "Io Grignolino".

Grazie al sostegno di:

Openjob metis, Compral, Baratti Milano, Vermout Riserva Carlo Alberto, Bosca, Gancia, Coppo, Contratto, Valmora, Consorzio Regina Nocciola, Librerie Coop, Centrale del latte di Torino, Sammontana, Inalpi, Cucina delle Langhe, Salsiccia di Verduno, Kebarbuma, Il Boscareto resort, Fassoneria, Mario Fongo, Consorzio tutela Roero, Marchesi di Barolo, G.D. Vajra, Big Ben, Grandi schermi, Nuovo Benese, Arredamenti Rapalino, Per Aria



Per info:

tel. +39 389 298545